VAYESHEV 5769 – COME SI PUO ESSERE FELICI IN PRIGIONE!

Khanukkà e Purim feste simili ma al contempo molto diverse. Una spirituale, l’altra materiale, miztvòt diverse, collegate alle origini stesse trascendentali delle due festività. La prigionia di Yossèf assume un grande valore, non tornando a casa, dimostrando come nella vita tutto viene dall’Altissimo. Ogni fatto della vita ha un significato. Yossèf non cede alla tristezza, resta positiva, la felicità è in ogni momento una nostra scelta. Essere positivi porta bene a noi e al mondo intero! Solo con la positività si può innalzare questo mondo!

SHEMINI 5765 – L’OTTAVO GIORNO E L’ERA MESSIANICA.

La prospettiva messianica del legame tra l’ottavo giorno, dopo l’edificazione del Santuario, e gli attributi di kasherut degli animali.

PURIM 5765 – INTRODUZIONE ALLA MEGHILLA DI ESTER.

Un breve one shot per Purim! Alcuni commenti sulla Meghillà di Ester.

VAYIKRA 5765 – IL RISPETTO DELLA VOLONTÀ DIVINA!

Talvolta sembra che deviare leggermente da ciò che ci è stato prescritto possa migliorare il valore di quello che facciamo.È corretto comportarsi così?