VAYESHEV 5772: COME VINCERE IL BUIO

La visione terrestre della vendita di Yossèf è ben diversa dalla visione Divina. Due tipi di riscatto e due letture opposte dello stesso evento.

Alcuni punti della lezione :

1.I fratelli gettano Yossèf in un pozzo in mezzo a serpenti e scorpioni, con l’intento di ucciderlo. Vedendo che non era morto, lo vendono a dei mercanti ismaeliti per venti gherà (pari a cinque shekalìm). Ciascuno dei fratelli guadagna quindi mezzo shèkel.

2.Da questo atto malvagio derivano due riscatti: il prezzo di Yossèf corrisponde al riscatto del primogenito; il guadagno di ciascun fratello corrisponde, invece, alla tassa annuale di mezzo shekèl da destinare ai sacrifici pubblici per espiare il peccato del vitello d’oro.

3.Come può un’azione negativa, come la “vendita” di Yossèf, essere legata a un atto positivo, come il riscatto che ogni primogenito deve corrispondere?

4.Perchè nel conteggio del Talmud Yerushàlmi si parla di dieci fratelli, mentre quelli attivi nella vendita furono nove?

5.La lezione analizza il significato profondo della visione terrena e di quella Divina.

Per effettuare il download della lezione AUDIO in ALTA qualità (anche sul cellulare) seguire quanto indicato sotto:

Per poter ascoltare la lezione, anche dal cellulare, attiva il pulsante di ascolto riportato sotto:

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

Per vedere il video, anche da cellulare, clicca qui sotto:

Spesso si abusa del principio del libero arbitrio per ottenere una falsa soddisfazione. In base a questo concetto biblico, ciascuno e libero di scegliere il proprio comportamento. Percio, quando ci viene fatto un torto – una truffa, un danno, oppure un consiglio negativo – ci sfoghiamo, accusando coloro che ci hanno fatto del male; lo consideriamo un’esclusiva conseguenza della scelta di chi l’ha fatto. E facile giustificare noi stessi accusando l’altro; la mente umana, del resto, trova scomodo vedere e accettare le proprie responsabilita. Se poi ci sentiamo giustificati da un concetto biblico, e ancora meglio.
In realta, il libero arbitrio di una persona non ha tutto questo “potere” di recare danno a qualcun altro: questa forza che D-o ci ha dato influisce solamente sulle nostre scelte.
Come dice il Tanya, libro che e alla base della conoscenza khassidica, se non fosse stato decretato dal Cielo che qualcosa potesse succedere a qualcuno, non sarebbe mai potuta accadere.
Ad esempio, capita che persone che vogliono con accanimento fare del male, non ci riescano; mentre in altri casi, succede di fare molto male a qualcun altro, involontariamente.
Troviamo una prova evidente di questo nel caso di Yossef: i fratelli riuscirono a nuocergli, non in virtu del loro libero arbitrio, ma perche tutto faceva gia parte del piano divino.
Come e scritto nello Zohar, cio accadde perche la famiglia di Ya’akov potesse trasferirsi in Egitto in maniera onorevole, non vi fossero, cioe, portati come schiavi bensi come parenti stretti del vicere. Questo non e tutto, esiste anche un aspetto mistico della discesa di Yossef in Egitto.

in memoria di mio nonno Shlomo ben Hana Bekhor

Chi volesse dedicare una lezione mp3 alla memoria o in onore di un lieto evento, può contattarmi shlomo@mamash.it

Rav Shlomo Bekhor

Questa voce è stata pubblicata in Bereshit, Chassidut, Mistica, Parashot, Vayehsev. Contrassegna il permalink.

2 risposte a VAYESHEV 5772: COME VINCERE IL BUIO

  1. Rottas scrive:

    B’H’ SHANNA’TOVA’ YT KISLEV Carissimo Rav Shlomo,bellissimo anke questo dvar Torà e interessantissima la spiegazione di Zeher Le Mahazita Shekel ampliata alla vendita di Yosef nel riscatto dei Bekhorot.Aggiungerei ke il significato di 10 assar sono le 10 midot insite nelle 10 sefirot senza le quali nn può esserci Minian e quindi Shehinà. Come hai bene spiegato qui però furono 9 + KBH xkè contrariamente la LUCE di assarà Shlemà avrebbe impedito la vendita di YOSEF cn l’impossibilità dell’Ashgahà pratit (Midianiti,Ismaeliti,Potifar ecc.). Ma come ben sappiamo x salire + in alto bisogna prima scendere nell’impurità + bassa di Mitzraim x rettificrla col tikkun Olam.TORA’ TEMIMA’.HAG SAMMEAH,SKOIAH HAZAK BARUH.

  2. Elena Ester Rivka scrive:

    Grazie Rav Shlomo per questa importantissima lezione, che sento riguardarmi da vicino e che mi dà sollievo. Grazie di portarci questi insegnamenti; e che venga presto Moshiach e siano tolti i veli che ci impediscono di vedere, e di percepire D-o, blessed be He, Amen.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *