Talmud Taanit pag 6b – quindicesima lezione

L’IMPORTANZA DELLA SECONDA REVIA, I SUOI EFFETTI COLLATERALI HALAkHICI, LA RADICE DELLA PAROLA “REVIA”, I QUANTITATIVI DELLA PRIMA E SECONDA REVIA, QUANDO LA POCA PIOGGIA È UNA BENEDIZIONE. APPREZZARE LE PIOGGE.

Riassunto.

Rav Pappa spiega, relativamente alla seconda fase di Yorè (seconda revià), che cosa cambia nel sapere qual è il relativo periodo; Rav Nachman bar Yitzckhak precisa che durante l’anno sabbatico, quando non c’è più frutta nei campi, occorre portare fuori di casa tutta la frutta conservata, entro la seconda revià. La ghemarà osserva che fino a quando gli animali selvatici si nutrono all’esterno di una proprietà, è possibile dare da mangiare ai propri animali; quando il cibo all’esterno termina si è alla seconda revià.

Viene analizzata la radice della parola “revià”: la terra = donna; pioggia fecondatrice = uomo.

Rabbi Abahu afferma che la prima revià dovrebbe portare acqua in quantità tale da bagnare la terra in profondità. La seconda revià è considerata accettabile per il raccolto (e non comporta il digiuno), se porta un quantitativo d’acqua tale da rendere la terra malleabile. Rav Chisda si interroga su quale sia il quantitativo di pioggia da considerare come una “restrizione” di benevolenza da Ha-shem.

Rav Chisda sostiene che quando la pioggia scende, anche se in quantità minime, è comunque sempre una benedizione di D-o. Secondo l’analisi compiuta da Abaye: poca pioggia alla sera è sempre una berakhà, alla mattina, invece, no. Le nuvole che appaiono alla mattina, prima che sia recitato lo Shemà Israel, sono insignificanti.

Rav Yehudà afferma che un buon anno è quello in cui il mese di tevèt è povero di piogge. Rav Chisda spiega, invece, che la presenza di pioggia in quel mese è un buon segno. Come si conciliano le due prospettive?

≈ ≈

Per effettuare il download della lezione AUDIO in ALTA qualità (anche sul cellulare) seguire quanto indicato sotto:
Download lezione (se non funziona cliccare col tasto destro – salva con nome…)

Per poter ascoltare la lezione, anche dal cellulare, attiva il pulsante di ascolto riportato sotto:

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

in memoria di mio nonno Shlomo ben Hana Bekhor

Chi volesse dedicare una lezione mp3 alla memoria o in onore di un lieto evento, può contattarmi shlomo@mamash.it

Rav Shlomo Bekhor

Qui sotto si trova una nuova sezione di commenti.

Tutti sono invitati a scrivere e partecipare e rendere attive queste lezioni.

Questa voce è stata pubblicata in Taanit - pag6b e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *