SHAVUOT 5771 – Meghilla di Rut cap I – Seconda lezione – LOT YEHUDA BOAZ: TRE UOMINI UN ANIMA

L’anima che ritorna in questo mondo per rettificarsi ha un evoluzione progressiva e si completa sempre di più da un ciclo all’altro.

Alcuni punti della lezione:

1. Durante la festa di Shavuot c’è la tradizione di leggere la Meghillà di Rut (Libro degli Agiografi). Come Shavuot rappresenta un momento di grande amore, tra Ha-shem e gli ebrei, nello stesso modo la meghillà di Rut narra  un gesto d’amore altrettanto importante. Una vicenda dai profondi significati, studiata dalla mistica ebraica.

2. Nel cap I versetto 4 Orpà viene citata per prima, anche se ha sposato il secondogenito di  Elimèlech; mentre Rut, che aveva sposato il primogenito, per seconda. Perché?

3. Il valore numerico del nome Rut è 606. Tale numero rappresenta 606 delle 613 mitzvot ebraiche, che Rut acquisì ed accettò con la conversione all’ebraismo, in quanto lei già seguiva i 7 principi noachidi; un futuro già delineato al momento della sua nascita, dal suo nome.

4. Il secondo capitolo della Meghillà enfatizza le origine moavite di Rut. Perché?

5. Rut “va e viene dal campo di Boaz”: la Meghillà descrive Rut che, prima di raccogliere il grano, osserva la strada e il modo per tornare indietro dal campo di Boaz. Qual è il significato profondo insito nel suo comportamento?

6. Rut è espressione dell’amore riflessivo verso Ha-shem e diventa anche una metafora dell’amore coniugale. Qual è la differenza tra l’amore di Pessakh/Shir hashirim e l’amore di Shavuot/Rut?

7. La mistica ebraica analizza la vicenda di Rut, partendo dall’origine del popolo moavita, ovvero dalla figlia di Lot che si unì al padre dopo la distruzione di Sedom; da tale relazione proibita nacque Moav (il cui nome derova da Me Av, “da mio padre”). Le anime di Lot e di sua figlia tornarono nel mondo terreno per due volte , per rettificare tale unione vietata. La prima trasmigrazione di tali anime avvenne nei corpi di Yehudà e Tamar, che ebbero un rapporto permesso ma non del tutto kasher. Il ciclo di rettificazione, non ancora completo, porta alla seconda trasmigrazione, che avvenne nei corpi di Boaz e Rut. La moavita Rut riesce a rettificare il comportamento della figlia di Lot la capostirpe proprio del popolo di Moav, sposando Boaz con un’unione perfettamente idonea. Qual è il collegamento tra Rut e Tamar? Qual è la relazione con Mashiakh? Che cosa rivela il nome Boaz?

Riasssunto.

AMORE SFRENATO MA ADDOLESCENZIALE: il confronto tra l’amore sotteso alla festa di Pessakh e allo Shir hashirim e quello espresso con Shavuot e la meghillà di Rut.

L’anima che ritorna in questo mondo per rettificarsi ha un evoluzione progressiva e si completa sempre di più da un ciclo all’altro.

≈ ≈

Per ascoltare le altre lezioni del ciclo sulla Meghilla di Rut, clicca qui:

http://www.virtualyeshiva.it/category/rut-2/

≈ ≈

Virtual Yeshiva non ha nessun finanziatore pubblico.

Per effettuare il download della lezione AUDIO in ALTA qualità (anche sul cellulare) seguire quanto indicato sotto:

Per poter ascoltare la lezione, anche dal cellulare, attiva il pulsante di ascolto riportato sotto:

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

Per vedere il video, anche da cellulare, clicca qui sotto:

Per effettuare il download della lezione AUDIO in BASSA qualità (anche sul cellulare) seguire quanto indicato sotto:

in memoria di mio nonno Shlomo ben Hana Bekhor

Chi volesse dedicare una lezione mp3 alla memoria o in onore di un lieto evento, può contattarmi shlomo@mamash.it

Rav Shlomo Bekhor

Questa voce è stata pubblicata in Meghilla Rut, Mistica, Shavuot e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *