Talmud Taanit pagg 3b/4a – settima lezione

LE PIOGGE, IL FUOCO DELLO STUDIOSO DI TORÀ E L’ATTENZIONE NELLE PREGHIERE.


Riassunto.

Rava disse che la neve fa bene alle montagne, quanto 5 volte una pioggia sulla terra. Vengono analizzate le diverse spiegazioni.

Gli alberi hanno le radici profonde, la pioggia che scende con intensità fa bene agli alberi in quanto arriva in profondità e li nutre; mentre la pioggia leggera, più superficiale, fa bene alla frutta; una pioggia molto leggera, va a beneficio dei semi nel terreno, in quanto va a chiudere i vuoti nel terreno.

Il detto di Rava relativo ad uno studioso di Torà che si adira. Ciò è a causa del fuoco della Torà che è dentro di lui e che lo sta scaldando. Un rabbino è portato ad arrabbiarsi maggiormente in quanto ha una componente di fuoco.

Il detto di Rav Ashi che la Torà è paragonato ad un martello. Il vero studente di Torà deve essere forte come un martello che batte sulla roccia. Solo se è forte è degno di essere riconosciuto come vero studioso. Un rabbino deve essere forte, saper prendere una posizione, ed arrabbiarsi. Viene analizzata la fonte di questo detto.

Una persona deve però abituarsi ad agire sempre con calma. Le parole dei maestri vengono ascoltate se sono dette con calma.

Bisogna saper esprimersi in modo limpido, chiaro ed esaustivo. I tre personaggi che hanno detto cose sbagliate, esprimendosi male: ai primi due è andata bene al terzo no: Elièzer, il servo di Avraham, Re Shaul e Yiftach. Viene analizzato il loro comportamento.

Il passuk del profeta Geremia: “che Hashem non ha ordinato, che non ha detto, che non ha pensato”. I relativi riferimenti al figlio di Meishà, alla figlia di Yiftach e ad Avraham.

Rabbi Berechya disse “Anche il popolo di Israele ha chiesto in modo non corretto”. Le due domande improprie di Am Israel ad Hashem e le Sue risposte.

Quando una persona prega o fa richieste ad Hashem può esprimersi in modo non chiaro; Hashem conosce già cosa c’è nel suo cuore, ma vuole sentire la preghiera e più essa è espressa con precisione, più è immediata la risposta di D-o e meglio esaudita la richiesta.

≈ ≈ ≈

Virtual Yeshiva non ha nessun finanziatore pubblico.
Virtual Yeshiva non fa pagare nessuna iscrizione al sito perché vogliamo che la Torà sia accessibile a tutti.

Se ascolti le lezioni aiuta a mantenere viva questa grande opera di divulgazione di Torà che cresce ogni settimana con nuove lezioni (390 lezioni).

Purtroppo alcune lezioni si trovano sul vecchio sito e altre sul nuovo e non abbiamo ancora finito di fare il passaggio e di completarle delle parti mancanti. È necessario ancora tanto lavoro. Per questo facciamo appello a tutti gli utenti/alunni perché sostengano economicamente questa grande impresa.

Aiutando Virtual Yeshiva potrete diventare soci nella diffusione della Torà e così finiremo presto anche il nuovo sito, Bezrat Hashem.

sono deducibili dalla “decima”. Per saperne di più scrivimi un email.

rav Bekhor

≈ ≈ ≈

Per poter ascoltare la lezione sul proprio cellulare cliccare sul seguente link:

Per vedere il video clicca qui:

Per acquistare questo video in alta risoluzione (20€) manda una email.

in memoria di Ennio ben Concetta Gnarra
mancato 18 febbraio 1991 / 4 adar 5751

Chi volesse dedicare una lezione mp3 alla memoria o in onore di un lieto evento, può contattarmi shlomo@mamash.it

Rav Shlomo Bekhor

Qui sotto si trova una nuova sezione di commenti.

Tutti sono invitati a scirvere e partecipare e rendere attive queste lezioni.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria, Ta'anit - pag3b, Ta'anit - pag4a e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *