TETZAVVE 5771 – ATTIVARE LA GIOIA + MOLTO RUMORE PER QUALCOSA!

Come far nascere le emozioni? Il rapporto tra azioni e sentimenti nella vita quotidiana.

Stare nascosti o fare rumore? La via giusta per la nostra generazione.

Alcuni punti della lezione:

1. A volte può succedere di non cogliere il significato delle proprie azioni, ad esempio di aiutare qualcuno in modo meccanico, senza sentimento. Cosa ci insegna l’ebraismo in merito? Come vincere questo distacco tra sentimento e azione? 

 2. Il Cohen gadol doveva vestirsi con una serie di abiti, tali da conferire molta importanza all’immagine. Perché? Tali abiti avevano uno scopo specifico molto importante in relazione al ruolo del Sommo sacerdote. Quale?

3. Rabbi Akiva dice “ho imparato molto dai miei maestri, ma ancor di più dai miei allievi”. Perché? La radice della parole e quella del pensiero sono poste su livelli diversi. Qual è la più alta?

4. Viviamo in un epoca dominata dalla comunicazione condivisa e dalla supremazia di ciò che è collettivo rispetto all’individualità. Cosa dice l’ebraismo in merito? Le opere di bene vanno tenute anonime o diffuse? Qual è il valore di pubblicizzare le azioni positive?

5. Il rapporto tra le diverse generazioni di ebrei è associabile ad un corpo. Che cosa significa? La nostra generazione con che cosa si identifica?

Riassunto.

Come far nascere le emozioni?  Un insegnamento che deriva dagli abiti del Cohen gadol.

L’azione è talmente forte che, una volta compiuta,  innesca un meccanismo che risveglia il cuore!

La Torà ordina al Sommo Sacerdote di “far rumore” nei servizi nel Tempio. La dicotomia tra il fare azioni positive senza farsi notare e il compierle dando pubblicità.

La nostra generazione è paragonata ad un tallone, il più basso livello di un corpo, ma è anche la generazione associata al sacrificio, il cui ruolo fondamentale è quello di attraversare e concludere l’esilio.

Di fronte ad un tale obiettivo è più funzionale una società basata sulla comunicazione diffusa che permetta la pubblicizzazione delle buone azioni; così come nell’abito del Cohen gadol le campanelle che producevano il rumore erano poste in basso, abbiamo il dovere “fare rumore” per diffondere la Torà!

≈ ≈ ≈

Virtual Yeshiva non ha nessun finanziatore pubblico.
Virtual Yeshiva non fa pagare nessuna iscrizione al sito perché vogliamo che la Torà sia accessibile a tutti.

Se ascolti le lezioni aiuta a mantenere viva questa grande opera di divulgazione di Torà che cresce ogni settimana con nuove lezioni (390 lezioni).

Purtroppo alcune lezioni si trovano sul vecchio sito e altre sul nuovo e non abbiamo ancora finito di fare il passaggio e di completarle delle parti mancanti. È necessario ancora tanto lavoro. Per questo facciamo appello a tutti gli utenti/alunni perché sostengano economicamente questa grande impresa.

Aiutando Virtual Yeshiva potrete diventare soci nella diffusione della Torà e così finiremo presto anche il nuovo sito, Bezrat Hashem.

sono deducibili dalla “decima”. Per saperne di più scrivimi un email.

rav Bekhor

 ≈ ≈ ≈

Per poter ascoltare la lezione sul proprio cellulare cliccare sul seguente link:

Per vedere il video clicca qui:

in memoria di mio nonno Shlomo ben Hana Bekhor

Chi volesse dedicare una lezione mp3 alla memoria o in onore di un lieto evento, può contattarmi shlomo@mamash.it

Rav Shlomo Bekhor

Qui sotto si trova una nuova sezione di commenti.

Tutti sono invitati a scirvere e partecipare e rendere attive queste lezioni.

Questa voce è stata pubblicata in Chassidut, Tetzavve e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a TETZAVVE 5771 – ATTIVARE LA GIOIA + MOLTO RUMORE PER QUALCOSA!

  1. Rottas scrive:

    B’H’ SHALOM CARISSIMO RAV SHLOMO,
    ognuno di noi deve sforzarsi di “vivere” e di fare le Mitzvot anke se nn ha voglia,come?Col rumore col movimento cominciando:l’appetito vien mangiando,il Cohen Gadol avendo i campanellini sul mehir (cappotto=vestito sacerdotale) veniva stimolato a fare la Mitzvà. Il vestito “la maskera,la divisa”fa ricordare al sogetto la sua responsabilità e lo invita ad agire di conseguenza (poliziotto,autista,pompiere,guardia ecc.). SKOIAH,HAZAK BARUH.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *