EMOR 5770 – LA MELA NON CADE LONTANO DALL’ALBERO!

Qual è il sistema sul quale si basa il mondo?

Alcuni punti della lezione:

1. Chi è questo strano individuo del quale non viene detto il nome e viene nominato come BEN ISHA ISRAELIT – FIGLIO DELLA ISRAELITA?

2. Qual’è il significato dei 3 concetti secondo i quali il figlio di Shulamit sarebbe uscito dal suo mondo, dalla sua tenda o dal tempo?

3. Il concetto di PACE NON è quello di ANNULLARE le differenze , MA CAPIRE LE PROPRIE DIFFERENZE E POI TROVARE UNIONE NELLE DIVERSITA.

4. Perché Caino uccide Hevel? Perché Hevel aveva due gemelle che erano nate con lui mentre Caino aveva solo una gemella?

Riassunto

Qual è il sistema sul quale si basa il mondo?

≈ ≈ ≈

Virtual Yeshiva non ha nessun finanziatore pubblico.
Virtual Yeshiva non fa pagare nessuna iscrizione al sito perché vogliamo che la Torà sia accessibile a tutti.

Se ascolti le lezioni aiuta a mantenere viva questa grande opera di divulgazione di Torà che cresce ogni settimana con nuove lezioni (390 lezioni).

Purtroppo alcune lezioni si trovano sul vecchio sito e altre sul nuovo e non abbiamo ancora finito di fare il passaggio e di completarle delle parti mancanti. È necessario ancora tanto lavoro. Per questo facciamo appello a tutti gli utenti/alunni perché sostengano economicamente questa grande impresa.

Aiutando Virtual Yeshiva potrete diventare soci nella diffusione della Torà e così finiremo presto anche il nuovo sito, Bezrat Hashem.

sono deducibili dalla “decima”. Per saperne di più scrivimi un email.

rav Bekhor

 ≈ ≈ ≈

Per effettuare il download della lezione AUDIO in ALTA qualità (anche sul cellulare) seguire quanto indicato sotto:

Per poter ascoltare la lezione, anche dal cellulare, attiva il pulsante di ascolto riportato sotto:

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

in memoria di mio nonno Shlomo ben Hana Bekhor

Chi volesse dedicare una lezione mp3 alla memoria o in onore di un lieto evento, può contattarmi shlomo@mamash.it

Rav Shlomo Bekhor

Qui sotto si trova una nuova sezione di commenti.

Tutti sono invitati a scrivere e partecipare e rendere attive queste lezioni.

Questa voce è stata pubblicata in Emor e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a EMOR 5770 – LA MELA NON CADE LONTANO DALL’ALBERO!

  1. Rottas scrive:

    B’H’ SHALOM CARISSIMO RAV SHLOMO,
    Stratosferico sto Shiur!!! Le tue lezioni su Emor sono veramente “the best”.Allora cominciamo col dire ke in fisica xkè ci possa essere un passaggio di corrente ci deve essere una differenza di potenziale; faccio un esempio se vogliamo creare una cascata dobbiamo prendere un certo quantitativo di acqua e metterlo in alto supponiamo 5 metri più su, l’acqua in alto cadrà giù x tornare in basso e ci sarà la cascata di 5 metri. Se l’acqua resta giù a 0 metri nn avremo nessuna cascata. Altro esempio se creiamo una differenza di potenziale elettrico cn una pila diciamo di 9 Volt avremo la possibilità di far fluire una corrente tra il positivo e negativo accendendo una radio o una lampadina. Se il potenziale è 0 Volt nn ci sarà nessuna corrente e nessuna luce (pila scarica). E così il fulmine si scarica a terra sempre xkè c’è differenza tra il potenziale di tensione tra le carike sulle nuvole ed il terreno. Si potrebbero fare altri esempi ma il concetto è: se nn c’è diversità nn c’è passaggio di corrente e quindi niente luce,cascate o fulmini. Questà diversità in Cabalà è Hessed/Ghevurà la cui sintesi è Tiferet oppure Uomo/donna=figlio oppure SHABBAT/HOL=PARNASSA’e MAZALTOV.Rifiutare la diversità x una Pace retorica e demagogica vuol dire semplicemente pila scarica,acqua stagnante nessuna VITA.Come giustamente dici: Il concetto di PACE NON è quello di ANNULLARE le differenze , MA CAPIRE LE PROPRIE DIFFERENZE E POI TROVARE UNIONE NELLE DIVERSITA questo è il sistema sul quale si basa il mondo. Perciò il figlio della donna israelita ghilgul Kain sbagliava. SKOIAH,HAZAK BARUH

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *