TERUMA 5770 – EDUCAZIONE: DEMONI O ANGELI?

Psicologia nella Torà.

Perché alcuni figli crescono educati con valori, ed altri no?

Alcuni punti della lezione:

1. Qual è la strada per avere successo nella crescita dei figli?

2. Quali sono le due cause principali di una cattiva educazione?

3. L’arca santa ha dimensioni che prevedono sempre mezze misure. Perché? Che cosa simboleggia l’arca? Qual è l’insegnamento profondo che ne deriva?

4. Come fanno i cherubini a essere angeli puri e angeli del terrore?

5. I genitori a volte si lamentano del comportamento dei figli trovando cause esterne (cattive compagnie, droga, ecc.). Come deve essere un bambino per crescere forte? Come può agire il genitore? Come influisce l’ambiente famigliare?

6. Nell’atmosfera in cui era cresciuto Adàm, il primo uomo, non gli mancava nulla. Perché non è riuscito a contenersi, mangiando il frutto dell’albero proibito? Che cosa ci insegna sul valore della crescita di un bambino?  

7. Perché Haman era ossessionato dal fatto che Mordechai non gli si inchinava? 

 Riassunto

Perché alcuni figli crescono educati con valori, ed altri no?

Il valore dell’educazione e di un ambiente famigliare sano, fondato sulla Torà, è la base per una crescita positiva di un figlio.

I figli devono essere in grado di sviluppare l’autostima, per evitare di sviluppare delle debolezze. La responsabilità del genitore è molto alta in tal senso, dovendo prestare ai figli una grande attenzione, aiutandoli a crescere in un ambiente positivo, che deve essere diverso dal gan Eden, dove invece tutto era concesso all’uomo.  

≈ ≈ ≈

Virtual Yeshiva non ha nessun finanziatore pubblico.
Virtual Yeshiva non fa pagare nessuna iscrizione al sito perché vogliamo che la Torà sia accessibile a tutti.

Se ascolti le lezioni aiuta a mantenere viva questa grande opera di divulgazione di Torà che cresce ogni settimana con nuove lezioni (390 lezioni).

Purtroppo alcune lezioni si trovano sul vecchio sito e altre sul nuovo e non abbiamo ancora finito di fare il passaggio e di completarle delle parti mancanti. È necessario ancora tanto lavoro. Per questo facciamo appello a tutti gli utenti/alunni perché sostengano economicamente questa grande impresa.

Aiutando Virtual Yeshiva potrete diventare soci nella diffusione della Torà e così finiremo presto anche il nuovo sito, Bezrat Hashem.

sono deducibili dalla “decima”. Per saperne di più scrivimi un email.

rav Bekhor

 ≈ ≈ ≈

Per effettuare il download della lezione AUDIO in media qualità (anche sul cellulare) seguire quanto indicato sotto:
Download lezione (se non funziona cliccare col tasto destro – salva con nome…)

Per poter ascoltare la lezione, anche dal cellulare, attiva il pulsante di ascolto riportato sotto:

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

in memoria di mio nonno Shlomo ben Hana Bekhor

Chi volesse dedicare una lezione mp3 alla memoria o in onore di un lieto evento, può contattarmi shlomo@mamash.it

Rav Shlomo Bekhor

Qui sotto si trova una nuova sezione di commenti.

Tutti sono invitati a scirvere e partecipare e rendere attive queste lezioni.

Questa voce è stata pubblicata in One of the Best, Psicologia, Teruma e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a TERUMA 5770 – EDUCAZIONE: DEMONI O ANGELI?

  1. Rottas scrive:

    B’H’ SHALOM CARISSIMO RAV SHLOMO,
    interessantissima la metafora dei Keruvim sopra la Torà (educazione secondo i valori della Torà) e cn la spada roteante fiammeggiante descritti in Bereshit (mancanza di valori ed abbondanza nn conquistata) come esempio dell’educazione ke si può dare ai figli e del pericolo dell’abbondanza materiale ke poi nn appaga xkè anke lo spirito ha bisogno di nutrimento. Il parallelo tra Ha-man e Ha-min in Bereshit come esempio dell’ingordigia e dell’avidità ke nn appagano mai xkè Ha-man rikkissimo e potentissimo era infelice xkè Mordehai cn la sua integrità gli ricordava la sua coscienza e Adam ke aveva tt ma nn sopportò il limite di nn mangiare dall’Etz Tov ve Ra. Qui capiamo ke l’idolatria è adorare la materialità al punto di perdere la misura e perdere la spiritualità mentre la giustizia e trovare il giusto equilibrio tra spirito e materia. SKOIAH,HAZAK BARUH.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *