YITRO 5770 – RECINTO DI ROSE

Psicologia nella Torà

Perché un recinto morbido è più efficace di un recinto di ferro?

Alcuni punti della lezione:

1. Esistono barriere fisiche e barriere spirituali. Qual è la migliore? Cosa dice la Torà? 

2. Gli animali hanno bisogno di un recinto fisico per essere bloccati, mentre all’uomo serve una barriera più interiore. Perché?

3. La Torà è un recinto di rose. Qual è il significato profondo?

4. Hashem dice a Moshè di scendere per ammonire una seconda volta il popolo ebraico. Perché?

5. Secondo il gaon Ragatchover, Moshè non capiva perché doveva ricordare di non salire, dal momento che il corpo era perfetto e sincronizzato con la volonta di Hashem. Qual è la spiegazione? 

6. Cosa accade se l’uomo viene lasciato a sè stesso, senza limiti?

7. L’ebraismo è imporre dei limiti nella vita o trascendere i confini?

Riassunto

Perché un recinto morbido è più efficace di un recinto di ferro?

Il legame del matrimonio parte da un’unione spirituale, non da una barriera rigida, fisica. Per valorizzare il matrimonio occorrono barriere spirituali, astratte; così come la Torà è un recinto di rose.

La Torà non è un codice di regole imposte sul corpo, bensì rappresenta il manuale del creatore del corpo ed è l’unico mezzo per estrapolare al meglio le potenzialità dell’uomo.

≈ ≈ ≈

Virtual Yeshiva non ha nessun finanziatore pubblico.
Virtual Yeshiva non fa pagare nessuna iscrizione al sito perché vogliamo che la Torà sia accessibile a tutti.

Se ascolti le lezioni aiuta a mantenere viva questa grande opera di divulgazione di Torà che cresce ogni settimana con nuove lezioni (370 lezioni).

Purtroppo alcune lezioni si trovano sul vecchio sito e altre sul nuovo e non abbiamo ancora finito di fare il passaggio e di completarle delle parti mancanti. È necessario ancora tanto lavoro. Per questo facciamo appello a tutti gli utenti/alunni perché sostengano economicamente questa grande impresa.

Aiutando Virtual Yeshiva potrete diventare soci nella diffusione della Torà e così finiremo presto anche il nuovo sito, Bezrat Hashem.

sono deducibili dalla “decima”. Per saperne di più scrivimi un email.

rav Bekhor

 ≈ ≈ ≈

in memoria di mio nonno Shlomo ben Hana Bekhor

Chi volesse dedicare una lezione mp3 alla memoria o in onore di un lieto evento, può contattarmi shlomo@mamash.it

Rav Shlomo Bekhor

Qui sotto si trova una nuova sezione di commenti.

Tutti sono invitati a scirvere e partecipare e rendere attive queste lezioni.

Questa voce è stata pubblicata in Dieci Comandamenti, Psicologia, Shavuot, Yitro e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a YITRO 5770 – RECINTO DI ROSE

  1. Rottas scrive:

    B’H’ SHALOM CARISSIMO RAV SHLOMO,
    nn c’è recinto ke tenga quando è fatto di regole o impedimenti rigidi xkè inevitabilmente lo yetzer ha ra lo abbatterà (vizi e tentazioni varie), ma solo un recinto di rose fatto di Hohmà,Binà,Daat ke quando è veramente Daat (coscienza e fissato nel cervelletto) nn permetterà di fare averà. Ottimo l’esempio del manuale di istruzioni di un elettrodomestico. SKOIAH,HAZAK BARUH.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *