VAYIGGASH 5770 – COME YOSSEF HA SISTEMATO LA SUA FAMIGLIA DISTRUTTA!

Psicologia nella Torà

Le tre tappe del pentimento. Come interpretare la figura ambigua di Yossèf che da una parte si comporta con durezza e autorità con i suoi fratelli e dall’altra non prova rancore e dice che tutto risponde al piano Divino e i fratelli sono solo dei tramiti

Alcuni punti della lezione:

1. Come mai Yossèf non avvisa suo padre che è vivo?

2. Qual era l’obiettivo di Yossèf di mettere i suoi fratelli in una situazione talmente cattiva?

3. Tante volte la Torà menziona il piangere di Yossèf più di qualsiasi altra persona. Come mai la Torà ripete il piangere di Yossèf così tante volte? Forse Yossèf non è così crudele come sembra in apparenza?

4. Quali sono i tre livelli della Teshuvà?

5. Come ha fatto Yossèf a permettere ai suoi fratelli di raggiungere questi tre livelli?

6. Se la tua famiglia è spezzata o frammentata come puoi guarire questo problema?

7. Qual è la vera Teshuvà? Quali sono le sue condizioni?

Virtual Yeshiva non ha nessun finanziatore pubblico.
Virtual Yeshiva non fa pagare nessuna iscrizione al sito perché vogliamo che la Torà sia accessibile a tutti.
Se ascolti le lezioni aiuta a mantenere viva questa grande opera di divulgazione di Torà che cresce ogni settimana con nuove lezioni (370 lezioni).
Purtroppo alcune lezioni si trovano sul vecchio sito e altre sul nuovo e non abbiamo ancora finito di fare il passaggio e di completarle delle parti mancanti. È necessario ancora tanto lavoro. Per questo facciamo appello a tutti gli utenti/alunni perché sostengano economicamente questa grande impresa.
Aiutando Virtual Yeshiva potrete diventare soci nella diffusione della Torà e così finiremo presto anche il nuovo sito, Bezrat Hashem.

Le donazioni sono deducibili dalla “decima”. Per saperne di più scrivimi un email.

rav Bekhor

Per effettuare il download della lezione AUDIO in ALTA qualità (anche sul cellulare) seguire quanto indicato sotto:

Per poter ascoltare la lezione, anche dal cellulare, attiva il pulsante di ascolto riportato sotto:

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

in memoria di mio nonno Shlomo ben Hana Bekhor

Chi volesse dedicare una lezione mp3 alla memoria o in onore di un lieto evento, può contattarmi shlomo@mamash.it

Rav Shlomo Bekhor

Qui sotto si trova una nuova sezione di commenti.
Tutti sono invitati a scirvere e partecipare e rendere attive queste lezioni.

Questa voce è stata pubblicata in Psicologia, Vayiggash e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a VAYIGGASH 5770 – COME YOSSEF HA SISTEMATO LA SUA FAMIGLIA DISTRUTTA!

  1. Rottas scrive:

    B’H’ SHALOM, HODESH TOV e HANUCCA’ SAMMEAH Carissimo Rav Shlomo, un’altro strepitoso SHIUR sul tema della Teshuvà. Geniale ma meglio dire divino il metodo ke Yosef usa x permettere ai suoi fratelli di fare una Teshuvà Gmurà anke se questo vuol dire fare soffrire ancora altro tempo suo padre Yaakov. Interessante il midà keneghed midà proposto:
    1. Parla duro coi fratelli così come loro avevano fatto cn lui
    2. Gli accusa di essere spie reato x il quale c’è la condanna a morte così provano come ci si sente ad essere condannati ingiustamente così come loro avevano condannato Yosef.
    3. tt in prigione nel fosso Shimon mette nella fossa Yosef e anke lui finisce in prigione in Egitto ank’essa dentro una fossa
    4. Vendita di Yosef ricavano soldi nn loro – così accusati di essere ladri coi soldi nei sakki e provano cosa vuol dire appropriarsi di soldi ke nn appartengono loro
    5. La Tunica era l’oggetto + prezioso di Yosef e gliela tolgono così la coppa d’argento di Yosef era il suo oggetto + prezioso in Egitto.
    Infine la storiella del Re ke fa provare al sarto ebreo la condizione di condannato così capisce esattamente cosa provò il Re nascosto nel materasso mentre le guardie lo cercavano. In parole semplici si capisce veramente una situazione quando la si vive e nn quando te la raccontano.
    Tutta le Vite sono soggette a queste leggi, ragionando ogni uno può trovare la sua propria storia.
    SKOIAH, HAZAK BARUH.

  2. Rottas scrive:

    B’H’
    Riconfermo quanto scritto 2 anni fa, Shkoah ve Hazak Baruh, Hanuccà Sammeah.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *