KHUKAT 5769 – PERCHE’ MOSHE NON ENTRA IN TERRA SANTA?

Ha-shem ci insegna un concetto di psicologia FENOMENALE!
Non sempre bisogna comunicare con durezza “picchiando”, ma alcune volte ci vuole, dipende da chi si ha davanti!

Alcuni punti della lezione:

1. Perché Moshè viene punito così severamente per aver picchiato la roccia?

2. Moshè in realtà ha peccato oppure no?

3. Preferisci educare con il “bastone” o con la parola? Riesci ad abbassarti al livello di tuo figlio o gli parli secondo il TUO livello?

4. Perché alcuni imparano solo con le cattive e non ascoltano i messaggi che gli arrivano? Se uno rimane bambino capisce solo con le cattive! BISOGNA CRESCERE.

Riassunto.

Ha-shem ci insegna un concetto di psicologia FENOMENALE!Non sempre bisogna comunicare con durezza “picchiando”, ma alcune volte ci vuole, dipende da chi si ha davanti!

≈ ≈

Per effettuare il download della lezione AUDIO in ALTA qualità (anche sul cellulare) seguire quanto indicato sotto:

Per poter ascoltare la lezione, anche dal cellulare, attiva il pulsante di ascolto riportato sotto:

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

in memoria di mio nonno Shlomo ben Hana Bekhor

Chi volesse dedicare una lezione mp3 alla memoria o in onore di un lieto evento, può contattarmi shlomo@mamash.it

Rav Shlomo Bekhor

 

Questa voce è stata pubblicata in Khukat, Psicologia e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a KHUKAT 5769 – PERCHE’ MOSHE NON ENTRA IN TERRA SANTA?

  1. Rottas scrive:

    B’H’ SHALOM CARISSIMO RAV SHLOMO,
    straordinario SHIUR! Grandissima psicologia! Immaturi appena usciti da Mitzraim e quindi autorità (bastonate su ZUR roccia dura dentro e fuori) x insegnare ai bambini e maturi dopo 40 anni e quindi PARLARE e nn bastonare (la roccia SELLA dura fuori ma piena d’acqua dolce dentro) e quindi cambiare approccio comunicativo in funzione del livello dell’interlocutore ke si ha davanti. L’età nn sempre contraddistingue la maturità di una persona, si può avere 20 anni ed essere maturi e responsabili si possono avere oltre 100 anni ed essere immaturi ed infantili senza responsabilità. Le cronake dei giornali sono piene di situazioni di quest’ultimo caso. Forse Moshè era talmente “genitoriale” con la sua generazione uscita da Mitzraim da viverla sempre come fosse ancora bambina errore ke spesso fanno i genitori nn accettando la realtà ke i figli sono ormai cresciuti, certo è ke l’errore di bastonare la roccia gli costerà assieme ad Aron di restare nel deserto con loro fino al prossimo arrivo di Mashiah zidkenu Bimerà Beiamenu Bekarov AMEN. SKOIAH,HAZAK BARUH

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *