TERUMA 5768 – TRE MATERIALI X TRE TIPI DI ESILIO

Qual è la relazione tra i tre tipi di esilio e la costruzione del Tabernacolo?

Il significato dei tre materiali: oro, argento e rame.

Alcuni punti della lezione:

1. Nella Parashà è scritto: “farete un santuario ed Io mi rivelerò dentro ad essi”. Perché “ad essi”? Che cosa significa? Che cosa rappresenta il Santuario?

2. Un midrash riporta “Questa sarà la donazione che prenderete da loro: oro, argento e rame”. A che cosa si riferiscono questi tre materiali?

3. Nella Parashà si accenna al Miskàn e al Bet Hamikdash e insieme ai tre popoli (Babilonesi, Persiani, Greci) che distrussero il Miskàn. Perché?

4. In un verso della Parashà viene ripetuta in tre forme diverse la parola offerta (terumà): “l’offerta per me”, “la mia offerta”, e infine “questa è l’offerta”. Qual è il significato profondo di questa ripetizione? A che cosa si allude?

5. Nel Cantico dei cantici è riportato che ci sono momenti in cui D-o è rivelato nel mondo e tutti vedono la sua manifestazione. Quali?

6. In esilio l’unione di Am Israel con D-o ha una forza maggiore. Perché?

7. Nella creazione è scritto che D-o vide che per Adàm non era bene essere da solo e gli creò un aiuto “contro di lui”. Perché “contro”? Qual è il significato profondo?

Riassunto

Qual è la relazione tra i tre tipi di esilio e la costruzione del Tabernacolo?

Il significato dei tre materiali: oro, argento e rame.

Il perché viene riportato 3 volte la parola Terumà in forme diverse.

Se non si trova il sentimento e l’entusiasmo per fare della nostra vita un santuario questo non deve impedire di costruirlo comunque, anche se con meno vitalità!

≈ ≈ ≈

Virtual Yeshiva non ha nessun finanziatore pubblico.
Virtual Yeshiva non fa pagare nessuna iscrizione al sito perché vogliamo che la Torà sia accessibile a tutti.

Se ascolti le lezioni aiuta a mantenere viva questa grande opera di divulgazione di Torà che cresce ogni settimana con nuove lezioni (390 lezioni).

Purtroppo alcune lezioni si trovano sul vecchio sito e altre sul nuovo e non abbiamo ancora finito di fare il passaggio e di completarle delle parti mancanti. È necessario ancora tanto lavoro. Per questo facciamo appello a tutti gli utenti/alunni perché sostengano economicamente questa grande impresa.

Aiutando Virtual Yeshiva potrete diventare soci nella diffusione della Torà e così finiremo presto anche il nuovo sito, Bezrat Hashem.

sono deducibili dalla “decima”. Per saperne di più scrivimi un email.

rav Bekhor

 ≈ ≈ ≈

Per effettuare il download della lezione AUDIO in media qualità (anche sul cellulare) seguire quanto indicato sotto:
Download lezione (se non funziona cliccare col tasto destro – salva con nome…)

Per poter ascoltare la lezione, anche dal cellulare, attiva il pulsante di ascolto riportato sotto:

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

in memoria di mio nonno Shlomo ben Hana Bekhor

Chi volesse dedicare una lezione mp3 alla memoria o in onore di un lieto evento, può contattarmi shlomo@mamash.it

Rav Shlomo Bekhor

Qui sotto si trova una nuova sezione di commenti.

Tutti sono invitati a scirvere e partecipare e rendere attive queste lezioni.

Questa voce è stata pubblicata in Teruma e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a TERUMA 5768 – TRE MATERIALI X TRE TIPI DI ESILIO

  1. Rottas scrive:

    B’H’ SHALOM CARISSIMO RAV SHLOMO,
    è così! Spesso senza difficoltà l’uomo tende a rilassarsi a prendersela comoda e spesso nn svela il suo potenziale; giusto l’esempio della persona ke portata in una condizione di sopravvivenza rivela tt la sua forza cosa ke nn faceva nell’agiatezza. Le prove e gli ostacoli stimolano ad impegnarsi x superarli ed annullarli così facendo si sente la presenza di KBH xkè dopo ke si è fatto il possibile Lui fa il resto, x sta ragione l’esilio è utile: prepara a reagire x uscirne ed è x questo ke la donna è “contro” l’uomo x correggerlo ed aiutarlo a crescere. L’Emunà degli alberi portati da Eretz e poi piantati in Goshen da YAAKOV x usarli poi x la costruzione del Mishkan è l’esempio di ciò. SKOIAH,HAZAK BARUH.

  2. Rottas scrive:

    B’H’ SHALOM CARISSIMO RAV SHLOMO,
    riascoltando questo bellissimo SHIUR un anno dopo ho colto una sfumatura importantissima:”Nella creazione è scritto che D-o vide che per Adàm non era bene essere da solo e gli creò un aiuto “contro di lui”. Perché “contro”? Qual è il significato profondo?”nel commento dell’anno scorso avevo scritto ke la donna criticando l’uomo lo stimola a crescere correggendosi così come dici anke tu ke una donna ke dice sempre si al marito nn gli permette di migliorarsi,ma sta volta ho notato ke dici x neghedò si può intendere anke il corpo fisico ke è “contro” l’anima la quale x liberarsi deve sforzarsi e superare la barriera fisica. E’ così! La Hassidut lo spiega benissimo, abbiamo una forza enorme e spesso nn lo sappiamo e nn sappiamo come si usa, siamo un’immensità di Luce Divina kiusa in un corpo fisico e quindi basta farè le Mitzvot scritte nella TORA’ x raggiungere risultati incredibili.SKOIAH,HAZAK BARUH.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *