KI TISSA 5767 – LA GUARIGIONE CHE VIENE DAL MALE STESSO

Il peccato del vitello d’oro e la purificazione del peccato.

I sacrifici e Shabbat Parà.

Alcuni punti della lezione:

1. L’incenso, offerto due volte al giorno nel Santuario sull’altare d’oro, aveva una grande forza. Quale? Oggi leggiamo i brani della Torà relativi all’incenso. Quale merito abbiamo nel leggere questi brani?

2. Come vengono sostituiti oggi i korbàn tamìd? La preghiera di Arvìt a che cosa corrisponde?

3. Perché i peccatori del vitello d’oro bevono quanto creato dalle loro mani? Qual è il significato profondo? 

4. I tredici attributi della clemenza divina. L’importanza delle clemenza, il perdono come risposta alla yetzèr harà.

5. Che cosa è Shabbat Parà? Perché bisogna purificarsi prima di effettuare un sacrificio?

6. La Torà riporta che Moshè si è molto arricchito con la Torà. Che cosa significa?

7. Aharòn che cerca di dissuadere dal peccato del vitello d’oro è però implicato nella sua stessa creazione. Aharòn aveva veramente intenzione di peccare?

8. Hashem dice a Moshè, prima dell’uscita dall’Egitto, “parla per favore al popolo ebraico di chiedere le ricchezze in prestito”. Perché Hashem dice “per favore?”   

Riassunto.

Vengono analizzate alcune regole relative al Santuario, come le regole dell’incenso che veniva portato ogni giorno.

L’incenso ha una forza incredibile e ancora oggi tale forza è viva nella lettura della Torà relativi all’incenso.

I korbàn tamid oggi corrispondo alle preghiere. L’obbligatorietà della preghiera di Arvit. Il Talmud dice che durante la notte venivano bruciati i sacrifici effettuati durante il giorno.

Moshè scioglie il vitello d’oro e quanto resta viene bevuto dai peccatori. Come la guarigione proviene dal male stesso.

I tredici attributi della clemenza divina, il potere del perdono.

Shabbat parà e la purificazione da effettuare prima del sacrificio di Pèsach.

Come purificare le impurità. Senza il Santuario, oggi si leggono i brani della Torà relativi alla mucca rossa.

≈ ≈ ≈

Virtual Yeshiva non ha nessun finanziatore pubblico.
Virtual Yeshiva non fa pagare nessuna iscrizione al sito perché vogliamo che la Torà sia accessibile a tutti.

Se ascolti le lezioni aiuta a mantenere viva questa grande opera di divulgazione di Torà che cresce ogni settimana con nuove lezioni (390 lezioni).

Purtroppo alcune lezioni si trovano sul vecchio sito e altre sul nuovo e non abbiamo ancora finito di fare il passaggio e di completarle delle parti mancanti. È necessario ancora tanto lavoro. Per questo facciamo appello a tutti gli utenti/alunni perché sostengano economicamente questa grande impresa.

Aiutando Virtual Yeshiva potrete diventare soci nella diffusione della Torà e così finiremo presto anche il nuovo sito, Bezrat Hashem.

sono deducibili dalla “decima”. Per saperne di più scrivimi un email.

rav Bekhor

 ≈ ≈ ≈

in memoria di mio nonno Shlomo ben Hana Bekhor

Chi volesse dedicare una lezione mp3 alla memoria o in onore di un lieto evento, può contattarmi shlomo@mamash.it

Rav Shlomo Bekhor

Qui sotto si trova una nuova sezione di commenti.

Tutti sono invitati a scirvere e partecipare e rendere attive queste lezioni.

Questa voce è stata pubblicata in Ki Tissà e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a KI TISSA 5767 – LA GUARIGIONE CHE VIENE DAL MALE STESSO

  1. shmuel 770 scrive:

    belle come al solito queste lezioni e aiutano molto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *