TERUMA 5766 – TZEDAKKA: QUALITÀ E NON QUANTITÀ

 Come imparare a valorizzare la tzedakkà!

Alcuni punti della lezione:

1. Nel Santuario i ricchi e i poveri dovevano essere uguali e dare tutti la stessa offerta di mezzo shèkel. Che cosa ci insegna?

2. Il Libro dei Salmi dice: “Le bontà compiute da una persona camminano davanti a lui”. Perché? Qual è il grande valore della Tzedakkà?

3. Alla richiesta di tzedakkà da parte di Moshè per il Santuario, alcune persone diedero oro, altre argento e altre ancora rame. Questi tre materiali quali categorie di persone rappresentano? Qual è il significato profondo?  

4. Il valore della Tzedakkà non è legato alla quantità, ma alla qualità. Quali sono gli altri due parametri per valutare e valorizzare una tzedakkà?

5. Il Tabernacolo era alto 5 metri. Rashi chiede dove si potevano trovare nel deserto delle assi di legno di tale altezza. Qual è la risposta del Midrash Tankumà? Qual l’insegnamento profondo, legato alla lungimiranza di Yaakòv?

6. Rashi nei suoi commenti in genere non cita i midrashim nello specifico. In questo caso invece cita esplicitamente il midrash Tankumà. Perché?

7. Il valore della decima: come deve essere calcolata? a chi deve essere data? Dettagli e significato di questo obbligo.

8. Moshè non capiva come elementi materiali creati dall’uomo potessero rivelare il divino, in particolare la Menorà. Qual è la risposta di Hashem? Qual è il significato profondo del dubbio di Moshè?

Riassunto

Come imparare a valorizzare la Tzedakkà!

I parametri della tzedakkà: dare, togliendo a sè stessi; dare di nascosto, senza lodi.

Il valore della decima: dettagli e significato. 

Il dubbio di Moshè legato alla contraddizione di conciliare la spiritualità con la costruzione di oggetti materiali per rivelare il divino. Una persona può pensare che solo quando è nel tempio è vicino ad Hashem, ma l’insegnamento che deriva dal dubbio di Moshè è proprio che nella materia occorre portare il divino!

≈ ≈ ≈

Per effettuare il download della lezione AUDIO in media qualità (anche sul cellulare) seguire quanto indicato sotto:
Download lezione (se non funziona cliccare col tasto destro – salva con nome…)

Per poter ascoltare la lezione, anche dal cellulare, attiva il pulsante di ascolto riportato sotto:

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

in memoria di mio nonno Shlomo ben Hana Bekhor

Chi volesse dedicare una lezione mp3 alla memoria o in onore di un lieto evento, può contattarmi shlomo@mamash.it

Rav Shlomo Bekhor

Qui sotto si trova una nuova sezione di commenti.

Tutti sono invitati a scirvere e partecipare e rendere attive queste lezioni.

Questa voce è stata pubblicata in Teruma e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a TERUMA 5766 – TZEDAKKA: QUALITÀ E NON QUANTITÀ

  1. Rottas scrive:

    B’H’ SHALOM CARISSIMO RAV SHLOMO,
    certo! È la qualità della Zedakà ke conta! Nel tempio di Jerusahalaim c’era una specie di “cabina” dove c’era una scatola x mettere la Zedakà, ki entrava nn visto dagli altri metteva oppure prendeva se aveva bisogno. In sto modo nn veniva umiliato se era bisognoso e se invece dava lo faceva in forma anonima senza averne vantaggio come fama ke è il modo corretto di agire. SKOIAH,HAZAK BARUH.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *