KI TETZE 5765 – IL RIMEDIO SPIRITUALE PER I MOMENTI DIFFICILI!

Come affrontare la vita, quando ci si trova troppo immersi nella materialità. La cura spirituale per bilanciare quesiti momenti ed evitare di smarrire la propria strada!

Alcuni punti della lezione:

1. La norma della Torà di poter sposare una (bella) donna non ebrea in caso di guerra prevede determinate condizioni. Quali? Qual è il loro significato spirituale?

2. Questa parashà riporta il verso: “..quando uscirai per combattere SUL TUO NEMICO..”. Perché la Torà usa il termine “sopra” (al)? Che cosa significa?

3. Nella vita occorre sempre desiderare le cose positive, evitando di trovarsi in situazioni difficili, dove si viene messi alla prova davanti ad Ha-shem.

4. La parashà prosegue con il verso: “quando vorrai costruire una nuova casa, dovrai fare un recinto per il tetto, in modo che non cadrà il cadente”. Il precetto è di natura logica, ma per quale ragione viene riportato solo il caso della “nuova casa”? Perché viene usato il termine “cadente”? Per comprendere il significato profondo di questi due quesiti occorre analizzarli secondo gli insegnamenti della chassidut.

5. Il precetto relativo al divieto di unire lino e lana, presenta delle eccezioni. Quali? Perché?

Riassunto.

Come affrontare la vita, quando ci si trova troppo immersi nella materialità. La cura spirituale per bilanciare questi momenti ed evitare di smarrire la propria strada!

≈ ≈

Per effettuare il download della lezione AUDIO in ALTA qualità (anche sul cellulare) seguire quanto indicato sotto:

Per poter ascoltare la lezione, anche dal cellulare, attiva il pulsante di ascolto riportato sotto:

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

in memoria di mio nonno Shlomo ben Hana Bekhor

Chi volesse dedicare una lezione mp3 alla memoria o in onore di un lieto evento, può contattarmi shlomo@mamash.it

Rav Shlomo Bekhor

Questa voce è stata pubblicata in Chassidut, Ki Tezé e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *